TRASFORMATORE A BASSO
ASSORBIMENTO ENERGETICO


Il trovato concerne in un trasformatore che, in virtł di un apposito circuito di controllo, ha un bassissimo assorbimento energetico durante il funzionamento a vuoto.

Esso trova utile impiego nel caso di apparati energetici utilizzati per brevi periodi, ma costantemente sotto tensione, come ad esempio i trasformatori per campanelli, apriporta, videocitofoni,ecc.
In quelle condizioni, le perdite per isteresi e le correnti parassite, presenti nel funzionamento a vuoto, determinano una dissipazione di energia non trascurabile.

Il nostro trasformatore, mettendosi a riposo automaticamente quando non utilizzato, riesce a ridurre questa dissipazione fino al 90%.

Per raggiungere questo obiettivo, il costo industriale (a paritą di potenza con un trasformatore classico), si incrementa solo del 20%, dando la possibilitą all' utente finale, con il risparmio energetico generato dal nostro trasformatore, di recuperare tale costo in pochissimo tempo.
Per esempio, sostituendo il trasformatore del campanello di casa, l'utilizzatore riuscirebbe a recuperare il costo della sostituzione in circa sei mesi.
Da quel momento, comincerebbe a guadagnare sulla bolletta dell'ENEL.

Riassumendo, l'invenzione, con un basso investimento, risolve tre problemi:

1) ECONOMICO perchč fa risparmiare sui consumi personali dell'utente.
2) ENERGETICO
perchč permette alla collettivitą di risparmiare energia senza inficiare il servizio;
3) AMBIENTALE perchč risparmiando energia si utilizza meno combustibile fossile e quindi di conseguenza si inquina di meno.

Inoltre, da non sottovalutare, si produce un minor inquinamento elettromagnetico, dovuto al minor assorbimento di energia.

TORNA ALL'INIZIO

CALCOLO TRASFORMATORI